Home About Eventi e Convegni Conferenza FOOD

Conferenza FOOD

31 maggio 2011
I 30 partner si riuniscono oggi al Parlamento Europeo di Bruxelles per presentare il programma del progetto FOOD

Con più di 160 partecipanti e sotto l’Alto patronato della Presidenza Ungherese dell’Unione Europea, presso il Parlamento europeo di Bruxelless, si tiene oggi la conferenza FOOD (Fighting Obesity through Offer and Demand).

La conferenza ha funzionato da vetrina per il progetto pilota FOOD (Fighting Obesity through Offer and Demand) della durata di due anni, terminato nell’aprile del 2011 e ha segnato l’inizio di una nuova fase di divulgazione negli altri Stati membri e presentare i principali risultati del progetto.

Esperti europei e nazionali, riuniti a fianco dei 30 partner pubblici e privati, condividono le proprie esperienze e discutono delle prossime tappe del programma

Alla seduta plenaria della mattina hanno partecipato oltre 160 persone 10:00-01:00 è stato possibile combinare le strategie di livello nazionale, grazie ai partner FOOD, con quelle di livello europeo e internazionale, con l’intervento di rappresentanti dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità), della Commissione europea e del Parlamento europeo.

  • una prima tavola rotonda sull’importanza dell’alimentazione equilibrata, perfetta per aprire questa giornata di lavoro, coordinata da Christopher Wanjek, autore di Food at Work, pubblicato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro;
  • une seconda tavola rotonda, presieduta dal Professor Martin Caraher della City University di Londra, che presenterà uno dei risultati più rilevanti del progetto FOOD (Fighting Obesity through Offer and Demand): una partnership pubblico-privato di successo

Al termine della conferenza plenaria, è prevista una degustazione delle specialità nazionali provenienti dai 6 Paesi FOOD, preparate da Euro Toques e dallo Chef Jiří Král

Ai laboratori pomeridiani sono intervenuti circa 80 partecipanti 14:30 – 16:30 è stato inoltre possibile dedicare più tempo alla spiegazione di consigli e strategie comunicative adottati nei singoli paesi. È stata anche un’opportunità per presentare il settimo paese che ha aderito al progetto lo scorso febbraio: la Repubblica Slovacca.

  • A first workshop for companies looking to develop the FOOD programme
  • A second workshop aimed at understanding the programme through discussions with nutritionists

The Conference was attended by high-level participants, including:

  • Vice-President of the European Commission, Antonio Tajani
  • Despina Spanou, DG SANCO, President of the EU Action Platform on Diet, Physical Activity and Health
  • Gábor Baranyai, Hungarian Deputy European Affairs Minister,
  • European representatives Elisabetta Gardini and Mario Mauro
  • Jacques Stern, President and Managing Director of Edenred
  • Caroline Bollars, World Health Organisation (WHO), Regional Office for Europe
  • Professor Ambroise Martin from Claude Bernard Faculty of Medicine
  • Olivier Christiaens from the Federal Public Service for Health, Food Chain Safety and Environment, Belgium
  • Juan Ballesteros from the Spanish Food Safety and Nutrition Agency (AESAN)
  • Professor Martin Caraher, City University in London
  • Professor Agneta Yngve from the Karolinska Institutet

Il gruppo ha presentato un rapporto sui risultati della metodologia che caratterizza il progetto FOOD e ha discusso le lezioni apprese grazie allo straordinario approccio basato sull’interazione tra pubblico e privato. Il moderatore Martin Caraher ha osservato che i cambiamenti a lungo termine relativi all’alimentazione equilibrata potrebbero apprezzarsi in un arco di tempo compreso tra i 15 e i 20 anni, ma il progetto FOOD dimostra che è possibile ottenere buoni risultati già a breve termine.

Il dibattito tra i diversi relatori ha condotto a osservazioni incoraggianti, come la conclusione della sig.ra Spanou: "Stiamo provando a diffondere abitudini salutari in diverse aree geografiche. È straordinario osservare la fioritura di progetti in sei stati membri" (...) "Il progetto FOOD può offrire diverse opportunità agli stati membri"
Caroline Bollars, Organizzazione mondiale della sanità, ufficio europeo: "La migliore linea politica da adottare dovrebbe prevedere un aumento delle tasse sugli alimenti dannosi e una riduzione su quelli sani sovvenzionati".

I partner del progetto FOOD proseguiranno nel loro impegno per almeno altri tre anni, sebbene il progetto pilota sia già terminato. "Il progetto si sta trasformando in un programma ed è aperto a nuovi partner e nuovi stati membri", ha spiegato Nolwenn Bertrand, co-coordinatore presso Edenred. "Il programma può essere ancora migliorato e possiamo collaborare con diversi tipi di partner".

Di seguito sono indicati alcuni degli obiettivi del consorzio FOOD:

  • Diffusione dei risultati e delle iniziative di comunicazione nei sei paesi piloti;
  • Presentazione del programma FOOD ad altri paesi;
  • Scambio costante di best practice all’interno del consorzio;
  • Valutazione di iniziative, impegni e strumenti utilizzati dai gruppi di destinazione.

Con la metodologia sviluppata e i servizi offerti ci aspettiamo di attirare nuovi partner di altri paesi. Edenred continua a coordinare il programma e incoraggia attivamente nuovi partner a partecipare al consorzio

- Guarda il video FOOD

- Scarica il verbale della conferenza


Documenti